Nicola Preti Architettura Sostenibile è uno studio di architettura che progetta edifici con materiali naturali.
Progettare con i prodotti dell’agricoltura per il cliente significa realizzare edifici sani, che contrastano il cambiamento climatico.


COSA garantisco AL CLIENTE?

I committenti di nuovi edifici o che intendono ristrutturare pensano che un progetto con materiali naturali costi tanto.

Ma il prezzo più economico è la scelta migliore? Ti ricordi il detto che chi meno spende più spende?

Aziende come Google, Facebook, Apple e Amazon sono impazienti di ridurre le emissioni di anidride carbonica e sanno che facendolo possono risparmiare.

Il progetto dell'architetto deve garantire che i materiali pensati per l’esterno devono durare nel tempo. 

All’interno il progettista deve garantire salubrità e benessere, scegliendo materiali da costruzione in grado di gestire situazioni particolari come l’umidità e l'inquinamento acustico.


i vantaggi dei progetti con materiali naturali per il cliente:

rendere l'edificio sicuro contro il sisma

I materiali naturali hanno una densità minore rispetto ai materiali più comuni, come il calcestruzzo. Per questo motivo sono più elastici e sicuri in caso di sisma.

Progettare con i materiali naturali è una soluzione per realizzare ampliamenti o rifacimenti di strutture in zone ad elevato rischio sismico.

nicola-preti-architetto-verona-recupero-palazzo-storico.jpeg

risolvere i problemi di salubrità

E’ un concetto che paradossalmente non interessa molto ai committenti perché non è tangibile. Ma spesso abitiamo in case che sono molto più inquinate dell'aria esterna. E’ uno dei motivi per il quale si registra un aumento delle allergie e delle asme.

Se ad esempio l’intonaco della camera da letto fosse realizzato in argilla, potresti respirare un'aria pulita perché l'argilla regola naturalmente l'umidità e impedisce la formazione di muffe e polvere.

contrastare il cambiamento climatico

Gli edifici hanno un ciclo di vita lungo: le costruzioni di oggi influenzeranno le emissioni di gas serra dei prossimi anni.

Gli edifici consumano il 40% dell’energia globale ed emettono 1/3 dei gas serra globali.

Progettare con la paglia, la canapa e la canna palustre, scarti delle lavorazioni agricole, ha un basso costo energetico e non produce CO2.


ALCUNI CLIENTI SODDISFATTI

Ha risposto alle mie attese e, in particolare, nel compito di coordinamento delle diverse competenze all’interno del progetto, ha sottolineato i costi e i benefici delle diverse soluzioni estetiche e strutturali che si presentavano nel corso dei lavori.
— Paola D. Progetto di ristrutturazione di un edificio storico
E’ un piacere avere a fianco una persona professionalmente preparata che mi ha aperto un mondo meraviglioso.
— Caterina M. Progetto di riqualificazione di un'abitazione con la canapa
Sapevo già dall’inizio che senza di lui non avrei ottenuto il risultato che mi prefissavo, e ora a lavori terminati lo posso dire con cognizione di causa. L’architetto non mi è stato d’aiuto, mi è stato indispensabile. Partendo dal punto organizzativo (del cantiere, della sicurezza, delle ditte appaltate, ecc), passando per le questioni burocratiche, per arrivare ai consigli sulle varie scelte da prendere man mano che i lavori proseguivano.
— Paolo V. Progetto di ristrutturazione di un'abitazione degli anni '80
Lavoro eseguito a regola d’arte! Giovane e preparato professionista! Competente, preciso, disponibile, economicamente adeguato e soprattutto gentile ed educato! Grande lavoratore.
— Emanuele C. Progetto di manutenzione delle facciate di un condominio a Verona
Serio, professionale e veloce. In una sola parola un servizio ineccepibile.
— Lorenzo C. Certificazione energetica di un immobile