Progettare per flussi: strategie di sviluppo in Olanda

partm_metabolismSulla base di un'analisi approfondita di tutti i dati, a Rotterdam hanno immaginando i diversi flussi di materia che costituiscono il metabolismo del paesaggio urbano.

FLUSSO # 1: AIR

FLUSSO # 2: BIOTA

FLUSSO # 3: ENERGIA

FLUSSO # 4: FOOD

FLUSSO # 5: L'ACQUA

FLUSSO # 6: MERCE

FLUSSO # 7: PERSONE

FLUSSO # 8: RIFIUTI

FLUSSO # 9: LE SABBIE E ARGILLA

crediti sviluppati da .FABRIC e JCFO per IABR 2014 LABORATORIO DI PROGETTAZIONE ROTTERDAM animazione: Submarine © IABR 2014

http://iabr.nl/nl/projectatelier/stofstroom-animaties

A breve uscirà una brillante sintesi collettiva con le nostre considerazioni del gruppo #intelligentschooldesign2014 http://www.vodblogsite.org/ sulla recente Biennale di Rotterdam 2014.

Internet delle cose emerge dalle startup

1878d469c9d3e99881f8e6a0fc827675a379527d_m Tradotto con Google Translate (possibili errori), articolo originale: Gartner Says By 2017, 50 Per Cent of Internet of Things Solutions Will Originate in Start- Ups That Are Less Than Three Years Old

Gartner dice Entro il 2017, il 50 per cento di Internet delle cose Solutions saranno in partenza da Start-Ups che sono meno di tre anni Gli analisti Esplora il maggiore business e tendenze tecnologiche di Gartner Symposium / ITxpo 2014 a Orlando Maverick ricerca Sparks Nuove, Insights non convenzionali di Gartner ORLANDO, FL, 9 ottobre 2014 -. Makers e start-up, non i fornitori di tecnologia, beni di società o imprese dei consumatori, guiderà l'accettazione, l'uso e la crescita di Internet of Things (IoT) attraverso la creazione di una moltitudine di applicazioni di nicchia , secondo Gartner, Inc. Gartner prevede che entro il 2017, il 50 per cento di soluzioni dell'internet degli oggetti (in genere un prodotto combinato con un servizio) si sono originari di start-up che sono meno di tre anni. Gartner definisce "makers", come inventori, pensatori e imprenditori che creano e fabbricazione di prodotti utilizzando strumenti tradizionali e nuovo design digitale e tecnologie di prototipazione e produzione rapida. "Start-up" sono le imprese nascenti che sono spesso la tecnologia focalizzata e hanno il potenziale di crescita elevata. "La saggezza convenzionale è che la crescita dell'internet degli oggetti è guidato da grandi organizzazioni. Come sempre accade, c'è un elemento di verità nella saggezza convenzionale e le principali aziende di beni di consumo, utilities, produttori e altre grandi imprese sono, infatti, sviluppando l'offerta di prodotti dell'Internet degli oggetti ", ha detto Pete Basiliere, research vice president di Gartner. "Tuttavia la ricerca Maverick di Gartner ritiene che sia i responsabili politici e le start-up che sono quelli plasmare il IoT. Gli individui e le piccole imprese che abbracciano tutto il mondo stanno sviluppando soluzioni dell'internet degli oggetti al mondo reale, spesso problemi di nicchia. Essi stanno approfittando di elettronica a basso costo, di produzione tradizionali e strumenti di stampa 3D, e l'hardware open-e closed-source e il software per creare dispositivi internet degli oggetti che migliorano i processi e la vita. " Maverick ricerca di Gartner è destinato a suscitare nuove intuizioni non convenzionali. Ricerca Maverick non è vincolato dalla tipica ampio processo di consenso formazione di Gartner per fornire innovazione, idee innovative e dirompenti dalla ricerca incubatrice della società per aiutare le aziende a ottenere davanti al mainstream e approfittare delle tendenze e intuizioni che potrebbero incidere strategia IT e l'organizzazione più ampia. "I manager spesso assumono la IoT sta business-to-business e business-to-consumer opportunità, basandosi sulla tecnologi all'interno delle rispettive aziende a sviluppare i sistemi necessari e gli elementi collegati. Tuttavia, queste aziende sono elefanti che non possono reagire rapidamente a ciò che sta accadendo sotto i loro piedi lento movimento ", ha detto il sig Basiliere. "Processi di sviluppo prodotto all'interno la maggior parte delle grandi imprese sono troppo pesante e ROI-driven per produrre qualcosa, ma oggetti dell'internet degli oggetti ad alto volume, minimo comune denominatore. Il risultato è lo sviluppo di un basso numero di usi degli oggetti che raccogliere grandi quantità di entrate, mentre i responsabili, start-up e gli sforzi di crowdsourcing si traducono in un elevato numero di applicazioni a bassa entrate nicchia dell'Internet degli oggetti ". Per questo motivo, alti dirigenti e tecnologici emergenti strateghi all'interno di grandi organizzazioni devono trasformare i loro processi di rilevamento del prodotto. Sia a società di beni di consumo o nella sanità, utilities, wireless, di fabbricazione o di altri mercati verticali, i manager devono incoraggiare i responsabili all'interno delle loro organizzazioni a sviluppare concetti dell'Internet degli oggetti. Essi devono esaminare attentamente l'output di questi creatori e verificare la fattibilità di trasferire le idee di fondo nelle proprie organizzazioni. "L'innovazione è necessaria per un'organizzazione per sostenere il valore nel tempo e creare un vantaggio competitivo. Eppure, in molte organizzazioni, la cultura ei processi aziendali ristagnano e si induriscono, scoraggiando l'innovazione come risultato ", ha detto Basiliere. "Nel frattempo, i responsabili e le start-up in tutto il mondo sono in carica avanti con l'identificazione numerosi problemi, spesso di nicchia e innovative soluzioni utilizzando concetti dell'Internet degli oggetti. Essi guideranno non solo dei consumatori e delle imprese accettazione degli oggetti, ma anche le soluzioni creative che le organizzazioni non potevano discernere, con un conseguente "Internet delle cose molto diverse." Signor Basiliere citato l'esempio di imprenditori e individui che stanno sfruttando i voli low cost da Arduino piattaforma elettronica open-source, stampanti 3D entry-level, e gli strumenti di lavorazione del legno e le macchine tradizionali per costruire i propri dispositivi dell'Internet degli oggetti. Gartner ha scoperto che questi progetti di base si concentrano sulla gestione e il controllo dei dispositivi in casa e sono più concentrati sulla fornitura di convenienza (ad esempio accendere il calore prima di arrivare a casa) di risparmio di costi (il focus delle imprese del settore e del settore pubblico IoT ). Simile ad altri progressi tecnologici storicamente, la promessa crescita associati con le prime fasi di internet degli oggetti porterà alla creazione e il finanziamento di un gran numero di organizzazioni di start-up che manovrare per catturare ciò che essi percepiscono come primi opportunità o trascurati nicchie di prodotto. Questo porterà a soluzioni creative e una vasta gamma di prodotti, molti dei quali mancheranno nel mercato. Tuttavia, il processo porterà alla crescita, come le soluzioni di successo sono spesso consolidate dai fornitori più grandi, e il mercato globale si espande. Come risultato, i produttori permettono alle persone meno abbienti e nei mercati di nicchia in tutto il mondo - le persone che altrimenti non incontrare le offerte dell'internet degli oggetti di grandi imprese - di sperimentare e beneficiare di dispositivo collegato. "Non sarà tutto rose e liscia. Certamente non c'è piccolo numero di fattori che lavorano contro i responsabili e start-up, se hanno un'offerta internet degli oggetti o di un prodotto o un servizio più tradizionale, "ha detto il signor Basiliere. "La maggior parte delle piccole imprese falliscono entro cinque anni, e molti di quelli" di successo "saranno le aziende di stile di vita che a malapena generano entrate sufficienti per sostenere un individuo o di una famiglia."

Gartner Says By 2017, 50 Per Cent of Internet of Things Solutions Will Originate in Start- Ups That Are Less Than Three Years Old Analysts Explore Major Business and Technology Trends at Gartner Symposium/ITxpo 2014 in Orlando Gartner’s Maverick Research Sparks New, Unconventional Insights ORLANDO, FL., October 9, 2014 — Makers and start-ups, not tech providers, consumer goods companies or enterprises, will drive acceptance, use and growth in the Internet of Things (IoT) through the creation of a multitude of niche applications, according to Gartner, Inc. Gartner predicts that by 2017, 50 per cent of IoT solutions (typically a product combined with a service) will originate in start-ups that are less than three years old. Gartner defines “makers” as inventors, tinkerers and entrepreneurs who create and manufacture products using traditional tools and new digital design and rapid prototyping and manufacturing technologies. “Start-ups” are fledgling businesses that are often technology-focused and have the potential for high growth. “Conventional wisdom is that the growth of the IoT is driven by large organisations. As is always the case, there is an element of truth in conventional wisdom and major consumer goods companies, utilities, manufacturers and other large enterprises are, indeed, developing IoT product offerings,” said Pete Basiliere, research vice president at Gartner. “However Gartner’s Maverick research finds that it is the makers and the start-ups who are the ones shaping the IoT. Individuals and small companies that span the globe are developing IoT solutions to real-world, often niche problems. They are taking advantage of low-cost electronics, traditional manufacturing and 3D printing tools, and open- and closed-source hardware and software to create IoT devices that improve processes and lives.” Gartner’s Maverick research is designed to spark new, unconventional insights. Maverick research is unconstrained by Gartner’s typical broad consensus-formation process to deliver breakthrough, innovative and disruptive ideas from the company’s research incubator to help organisations get ahead of the mainstream and take advantage of trends and insights that could impact IT strategy and the wider organisation. “Managers often assume the IoT is about business-to-business and business-to-consumer opportunities, relying on technologists within their enterprises to develop the necessary systems and connected items. However, these firms are slow-moving elephants that cannot react quickly to what is happening underneath their feet,” said Mr Basiliere. “Product development processes within most large enterprises are too ponderous and ROI-driven to produce anything but high-volume, lowest-common-denominator IoT objects. The result is the development of a low number of IoT uses that garner high amounts of revenue, while makers, start-ups and crowdsourcing efforts result in high numbers of low-revenue niche IoT applications.” For this reason, senior management and emerging technology strategists within large organisations must transform their product discovery processes. Whether at consumer goods companies or in the healthcare, utilities, wireless, manufacturing or other vertical markets, managers must encourage makers within their organisations to develop IoT concepts. They must closely examine the output from these makers and check the feasibility of transferring the underlying ideas into their own organisations. “Innovation is necessary for an organisation to sustain value over time and create competitive advantage. Yet in many organisations, the corporate culture and processes stagnate and harden, discouraging innovation as a result,” said Mr Basiliere. “In the meantime, makers and start-ups worldwide are charging ahead with identifying numerous, often niche problems and innovating solutions using IoT concepts. They will drive not only consumer and enterprise acceptance of the IoT, but also the creative solutions that organisations could not possibly discern, resulting in an “Internet of Very Different Things.” Mr Basiliere cited the example of entrepreneurs and individuals who are leveraging the low-cost Arduino open-source electronics platform, entry-level 3D printers, and traditional woodworking and machine tools to build their own IoT devices. Gartner has found that these grassroots projects focus on managing and controlling devices in the home and are more focused on providing convenience (such as turning on the heat before you arrive home) than cost savings (the focus of enterprise-sector and public-sector IoT). Similar to other technology advances historically, the growth promise associated with the early stages of IoT will lead to the creation and funding of a large number of start-up organisations that will manoeuvre to capture what they perceive to be early opportunities or overlooked product niches. This will lead to creative solutions and a wide range of products, many of which will fail in the market. Nevertheless, the process will lead to growth as the successful solutions are often consolidated by larger suppliers, and the overall market expands. As a result, makers enable people in underserved and niche markets worldwide — people who would not otherwise encounter the IoT offerings of large businesses — to experience and benefit from connected device. “It won’t all be smooth sailing. Certainly there is no small number of factors working against makers and start-ups, whether they have an IoT offering or a more traditional product or service,” said Mr Basiliere. “Most small businesses fail within five years, and many of the ‘successful’ ones will be lifestyle companies that barely generate enough revenue to support an individual or family.”

Articolo preso da:

http://blog.debiase.com/2014/10/internet-delle-cose-emerge-dalle-startup/

DIGITAL CAREER DAY Sabato 25 ottobre

DIGITAL CARRER DAY

DIGITAL CAREER DAY - Sabato 25 ottobre h.14-22 - Sona - Sala Consiliare Un pomeriggio dedicato a studenti e giovani in cerca di lavoro che vogliono emergere sfruttando al meglio la propria presenza online - Info: le iscrizioni c/o Servizio Educativo 045/6080155 - f.faccincani@comune.sona.vr.it

Come crearsi opportunità di #lavoro con #internet.

#DigitalCarrerDay